Presentazione della clinica gruppale

Dal 1964 i lavori di  Didier Anzieu: “introduzione alla dinamica dei gruppi” di André Missenard e di René Kaës hanno fatto sì che si sviluppassero i concetti centrati sull’articolazione tra il soggetto e il gruppo, in particolar modo sui nodi degli effetti di gruppo con gli effetti dell’ inconscio. Nel 1968 René Kaës aggiorna due tipi di nuclei organizzatori di rappresentazioni del gruppo : “Gli organizzatori fantasmatici inconsci e gli organizzatori socio-culturali.”

I lavori hanno ispirato e continuano a ispirare un approccio clinico gruppale che non cessa di arricchirsi. Questa clinica gruppale ha permesso a numerosi gruppi di mediazione terapeutica di iscriversi e svilupparsi nelle istituzioni di cura. I lavori di Anne Brun, Bernard Chouvier e René Roussillon hanno permesso di acquisire una migliore comprensione del risorgere di processi arcaici nei gruppi e di facilitarne una ripresa elaborativa.

La scenarizzazione del vissuto gruppale (Il pensiero scenico OA), le capacità di contenimento (René Kaës Didier Houzel) e le capacità di rappresentazione proprie al gruppo permettono il restaurarsi e l’istaurarsi dei processi di para-eccitazione insufficienti nelle persone, bambini o adulti esposti a traumi psichici interni o ambientali.

Appoggiandosi su questa clinica gruppale l’associazione Clinique & Créativité propone una sensibilizzazione alla dinamica gruppale.

Per scaricare la brochure della clinica gruppale qui.